Internazionalizzazione: fattori di successo su internet

Internazionalizzazione fattori di successo su internet
26.09.2017

Anche nell’epoca della globalizzazione molti dei siti web delle aziende sono carenti e lasciano i loro direttori in preda ai dubbi. Di seguito trovate importanti consigli, che consentono di incrementare il raggio d’azione di un marchio online.

Design. La prima impressione è decisiva anche su internet – specialmente se la concorrenza è a portata di clic. Pertanto, gli imprenditori dovrebbero investire in un layout accattivante, che però si adatta necessariamente all’azienda e all’industria.

Navigazione. Nel momento in cui il cliente non si sente a proprio agio, chiude immediatamente il sito. Gli imprenditori dovrebbero pianificare scrupolosamente la struttura delle pagine e testarla con il sussidio di una persona esterna.

Contenuti. Il cliente cerca informazioni sui prodotti e sui servizi, ma su molti siti è spaventato dal gergo tecnico e dalla noiosa storia delle aziende. Non solo i motori di ricerca amano le informazioni correnti – un sito ben curato mostra anche all’utente che può fidarsi dei direttori e dei loro prodotti.

Referente. Internet è anonimo. Meglio allora coltivare una relazione personale con chi utilizza internet per abbassare la soglia di inibizione dallo scambio dei contatti. Il visitatore deve rendersi conto che ha a che fare con persone. Le possibilità di contatto devono essere reperibili in ogni parte inferiore della pagina.

Foto. L’uomo pensa in immagini, motivo per cui le foto vengono vendute 180 volte più velocemente di un testo. Le foto professionali entusiasmano i visitatori e aumentano la fiducia nell’azienda.

Tempi di ricarica. Cosa fa un visitatore quando una pagina non si carica velocemente? Proprio così: sceglie quella successiva. Tuttavia, molte imprese continuano ad utilizzare un host economico.

Traduzioni SEO. Attraverso l’ottimizzazione dei motori di ricerca internazionali, gli imprenditori assicurano che vengano trovati anche dall’utente che parla una lingua straniera. D’altra parte, quest’ultimo ha la sensazione di aver scoperto l’azienda – abilmente a livello psicologico. Inoltre, l’utente ha chiaramente l’intenzione di acquistare durante una ricerca – e quello che vorrebbe comprare lo sa persino il gestore del sito.