Traduzione automatica, cosa può fare, cosa no?

Traduzione umana vs Traduzione automatica
24.05.2016

Una normale e consueta giornata in ufficio: e-mail che arrivano da nuovi partner commerciali giapponesi, un'offerta per un importante cliente di Helsinki o di Milano sulla scrivania, il vostro team partner vi scrive in inglese: la comunicazione transfrontaliera in tutti i paesi è all'ordine del giorno. Nonostante nella corrispondenza inglese a volte andiamo a tentoni, o non si capisce un tubo, non è un problema: oggi potete semplicemente inserire il testo in un traduttore automatico. In breve tempo vi produrrà il testo nella variante linguistica desiderata. Semplice, no? Sì, a meno che il vostro successo commerciale non dipenda anche dalla comunicazione …

Nell'era della globalizzazione, il lavoro di traduzione è più che mai in aumento. Nelle transazioni commerciali internazionali, corrispondenza, siti web, contratti, offerte trascrizioni, documentazione, ecc. Anche il settore dei testi si è notevolmente ampliato. Tuttavia, incaricare ogni volta un traduttore o un servizio di traduzioni spesso non è fattibile a livello di tempistiche, qualunque sia il budget.

Dovete essere in grado di capire quando è possibile fidarsi di una traduzione automatica e che cosa ci si può aspettare e quando invece è necessario utilizzare un traduttore umano. Perché tutto ciò che comunicate si ripercuote sulla vostra immagine e perché, a seconda del paese, il rispetto per l’interlocutore, la perfezione, la struttura e la chiarezza sono cruciali per proseguire il rapporto commerciale (e quindi per il successo dell'azienda).

Sul mercato sono presenti , distinti molto grossolanamente , strumenti di traduzione gratuiti come Google translate e software di traduzione professionale, che vengono continuamente ottimizzati e ampliati, ad esempio per esigenze di progetto specifiche.

 

Abbiamo evidenziato le differenze più significative:

I pro del software di traduzione

I contro del software di traduzione

  • economico rispetto al traduttore umano, nel migliore dei casi anche gratuito
  • spesso non legge fluentemente e ha una costruzione della frase insolita, che può risultare incomprensibile
  • sempre disponibile
  • traduce solo parole e non può “leggere tra le righe”, o sottolineare qualcosa di importante
  • grandi quantità in brevissimo tempo
  • non distingue omonimi come “imposta”, che può essere una tassa o un elemento della finestra oppure “lira” che può essere la moneta o lo strumento musicale
  • mette a portata di mano molte lingue di destinazione
  • spesso sbaglia le frasi lunghe ed è impreciso

 

  • i programmi professionali spesso richiedono una revisione attenta in termini di vocabolario specialistico

 

Conclusione: se per voi è fondamentale un testo strutturato, comprensibile e leggibile, affidatevi a un traduttore umano, altrimenti sarà necessaria una combinazione di traduzione automatica, post-editing e revisione.

 

Suggerimento extra: grandi quantità

Se dovete tradurre grandi quantità di testo, raccomandiamo un software di traduzione professionale scelto con cura. Per testi standardizzati, come semplici manuali, potete ottenere buoni risultati.

 

Nessuna raccomandazione: traduzione automatica di marketing e pubblicità

Per testi di marketing, immagine o pubblicità le traduzioni automatiche non sono adatte in quanto traducono solo parole e non veicolano alcun messaggio tramite effetti linguistici o una selezione mirata di termini particolari. Per la semplice corrispondenza, tuttavia, la traduzione con il software spesso  si rivela utile.

 

Prudenza con i testi specialistici: per esempio, contratti e simili

Per quanto riguarda i testi giuridici la traduzione automatica dovrebbe essere evitata. I contenuti sono troppo complessi e gli errori portano rapidamente a lunghi scambi di informazioni e fasi di chiarimento interminabili, al fallimento dei negoziati o persino a conseguenze legali anche costose.