Fare affari in Germania: le cifre chiave per il mercato tedesco

Fare affari in Germania le cifre chiave per il mercato tedesco
01.04.2016

Nel 2016 l'economia tedesca continuerà il suo percorso di crescita.

Anche se nel terzo trimestre 2015 il PIL è aumentato solo dello 0,3% (dato dell'Ufficio Federale di Statistica in Germania), si prevede un aumento dell’1,7% secondo il parere unanime degli esperti nel corso dello scorso anno.

 

Confronto degli indicatori economici per diversi paesi dell'Unione Europea

Il confronto degli indicatori economici di diversi paesi dell'Unione Europea è particolarmente interessante:

⇒ Tasso di occupazione delle donne tra i 20 ei 64 anni:

I tassi più bassi si registrano in Italia con il 50,3% e in Francia con il 66,2%. Germania e Regno Unito hanno il più alto tasso di occupazione al 73,1% e al 70,6%.

⇒ Tasso di disoccupazione:

I vincitori di questa categoria sono la Germania e l'Austria, con tassi di disoccupazione del 5% e del 5,6%, rispettivamente.

⇒ Disoccupazione tra i minori di 25 anni:

La Germania con appena il 7,7% non ha concorrenti, tutti gli altri paesi sono a circa il 10%.

⇒ Bilancio commerciale:

La Germania è di nuovo leader incontrastato, con un surplus di 219.713 Mio. €, seguono i Paesi Bassi con + 62.167 Mio. €, e l'Italia con + 42.874 Mio. €.

All'ultimo posto, il Regno Unito con un deficit di -139.444 Mio. € e la Francia in negativo con -71.589 Mio. €.

⇒ Quota di esportazione di beni e servizi in percentuale del PIL:

L'Olanda è in testa con l’82.9%, seguita da Austria con il 53,2%, Germania con il 45,7% e Svezia con il 44,5%.

Francia, Regno Unito e Italia mostrano percentuali inferiori sotto il 30%, vale a dire rispettivamente 28,7%, 28,4% e 29,6%.

⇒ Quota di produzione in percentuale del PIL:

La Germania si distingue con il 22,6%. I paesi meno industrializzati sono il Regno Unito, la Francia e i Paesi Bassi, rispettivamente con l’11,2%, il 10,6% e il 12,1%.

⇒ Spesa pubblica:

La Francia si mette in evidenza con il 57,5%, seguita da Austria con il 52,7% e Italia e Svezia, rispettivamente con il 51,2% e il 51,8%. Il Regno Unito e la Germania, con il 44,3% e il 43,9%, mostrano la spesa più bassa.

 

Congiuntura internazionale

Il Fondo Monetario Internazionale prevede una crescita globale del 3,6%, di cui il 2,2% in Gran Bretagna, l’1,6% in Germania e il 1,5% in Francia.

 

PIL: confronto internazionale

Nel 2014, il prodotto interno lordo mondiale è stato pari a 77.869 miliardi di dollari. Di questo totale, circa 40.000 miliardi nei principali sei paesi: Stati Uniti d'America 22,4%, Cina 13,3%, Giappone 5,9%, Germania 4,9%, Gran Bretagna 3,8% e Francia 3,6%.

Notiamo che il PIL è raddoppiato in Cina in sei anni passando da 4.400 miliardi di dollari nel 2008 a 10.360 miliardi di dollari nel 2014.

 

Le maggiori nazioni esportatrici a livello mondiale

Esportazioni in miliardi di dollari nel 2014

  • Cina 2.343
  • Stati Uniti d'America 1.623
  • Germania 1.511
  • Giappone 684
  • Paesi Bassi 672
  • Francia 583, quasi alla pari con Corea del Sud, Italia e Hong Kong.

 

Le maggiori nazioni importatrici a livello mondiale

Gli Stati Uniti d'America sono i maggiori importatori a livello mondiale con 2.409 miliardi di dollari, seguiti dalla Cina con 1.960 miliardi e dalla Germania con 1.217 miliardi di dollari, che per una piccola nazione rappresenta un volume significativo.

 

Eccellenti infrastrutture

Situata nel cuore dell'Europa, la Germania è leader nel mercato della logistica. Una infrastruttura energetica e di comunicazione ultramoderna e reti di trasporto di prima classe garantiscono una consegna puntuale e brevi distanze verso il successo.

La Germania è la posizione migliore al mondo per le fiere. Quasi due terzi delle fiere più importanti a livello globale hanno luogo in Germania. Le fiere e i congressi principali, annuali e internazionali, si svolgono in diverse città tedesche, tra cui Hannover, Monaco di Baviera, Francoforte e Berlino.

 

Supporto linguistico

Noi di Traducta Italy siamo al vostro fianco nell'espansione della vostra società in Germania. Il nostro reparto commerciale è disponibile per la revisione e l'elaborazione dei vostri progetti linguistici e delle vostre traduzioni.